Presse Idrauliche

Presse idrauliche - Meccanica Scipioni

La pressa idraulica fu inventata da Joseph Bramah nel 1975, essa è una macchina che permette la deformazione delle lamiere e di altri materiali in modo da ottenere il risultato desiderato.
Le Presse idrauliche sono un tipo di stampaggio ad iniezione con sistema idraulico.
Il Motore Idraulico permette di trasformare l’energia entrante in energia meccanica grazie ad una pompa che manda in pressione l’olio motore. Il risultato ottenuto è una pressione che permette di far girare il motore e quindi sposta il carico.
Il sistema idraulico è composto da: cilindri idraulici, accumulatori, valvole, centralina oleodinamica, olio motore e serbatoio.

Le Presse Idrauliche sono più economiche di quelle elettriche in quanto il costo di acquisto di un motore idraulico è inferiore a confronto con quello elettrico di pari potenza.
Gli svantaggi, invece, sono dati dall’elevato consumo di energia elettrica in quanto il motore oleodinamico lavora al massimo della sua potenza in tutte le sue fasi anche quando, per esempio, è nella fase di raffreddamento perché deve mantenere bloccati i due semistampi.
Un altro svantaggio è dato dall’elevato consumo di olio motore che va sostituito frequentemente per non far perdere la sua viscosità, tutto ciò fa lievitare i costi di manutenzione.

Non da ultimo ricordiamo che i motori idraulici hanno una elevata rumorosità pertanto rendono difficoltoso il lavoro dell’operatore riducendo così la produttività e l’efficienza del lavoro.
Le Presse Idrauliche permettono deformazioni difficili e profonde grazie a forze molto elevate che vengono erogate dalla macchina; inoltre si ha la possibilità di regolare la velocità di lavoro.

Sul mercato si trovano macchine presse idrauliche di varie dimensioni e allestimenti personalizzabili in modo da rispondere con precisione alle varie esigenze di impiego.

Novità

Vistita il nostro nuovo portale di vendita e servizi per l' industria metalmeccanica

ibetamac